Canyoning Sauris, sì grazie!

29 aprile 2015 0 Comments Natura e Identità , Sport 780 Views
Canyoning Sauris, sì grazie!

Canyoning a Sauris, sì grazie!

Se amate la montagna, vi sarà capitato di vedere torrenti dove l’acqua scorre agitata, formando talvolta alvei, riversandosi poi dentro restringimenti tra fessure di montagne e rocce, creando piccoli laghi tranquilli per incanalarsi nuovamente in scivoli naturali, discese, tratti di corsa impetuosa e nuovamente salti mozzafiato.

Un senso di brivido vi scorre nella schiena all’idea di cadere in acqua?

Benvenuti nella dimensione del canyoning! Lo sport che fa dell’emozione e del brivido adrenalinico su percorsi fluviali, la propria passione. Anche amatoriale.

Provare per credere!

A Sauris il contesto naturale è perfetto.

Si può godere della massima rilassatezza grazie all’ambiente idillico.

Quando poi si desidera un tocco di avventura, il Canyoning nella vicina Val Lumiei vi potrà sorprendere ed appagare di emozioni.

Il canyoning si pratica lungo i canali fluviali, ma a differenza dei “cugini” kayaking o canoeing, nel canyoning (o torrentismo) non si utilizzano imbarcazioni. Invece, sono necessarie attrezzature adeguate, fornite da guide esperte, che consentano – in tutta sicurezza – di scalare rocce, superare ostacoli, cascate, laghetti e tratti di correnti impetuose.

Adatto anche a neofiti. Dotati però di sano spirito di coraggio ed avventura.

Avviamoci dunque per la Val Lumiei.

Il torrente Lumiei nasce a Casera Razzo – nel comune di Sauris – e arriva fino al Comune di Ampezzo. Si accede al percorso lungo la strada che va da Ampezzo a Lumiei (a ca 3 km da Ampezzo) al primo tornante oppure poco prima la prima galleria che precede il ponte sul Lumiei, attraverso il “Sentiero della pedanca del buso”.

Il percorso inizia a fondo valle e si sviluppa per 2 km fino alla diga del Lumiei, con un dislivello di ca. 100 metri. Il periodo migliore per compiere questa “passeggiata adrenalinica” va da giugno a settembre. Guide esperte con l’adatta attrezzatura sono facilmente reperibili (mute, corde, etc). Si può chiedere direttamente all’Hotel RiglarHaus per eventuali prenotazioni.

Il luogo è decisamente affascinante: il Torrente Lumiei si inabissa in una spettacolare forra profonda 130 metri e molto stretta per tutta la sua altezza. L’itinerario merita senz’altro di essere percorso per la bellezza del luogo e per l’incredibile suggestività di alcuni tratti quasi completamente oscuri.

Canyoning a Sauris: Note tecniche del percorso (a cura dell’Associazione Italiana Canyoning)

Quote: Ingresso 700 m slm, Uscita 600 m, Dislivello 100 m, Sviluppo 2000 m Tempi di percorrenza media: Avvicinamento 15 min, Progressione 2,5 h, Ritorno 20 min Tipo di percorso: di Interesse Nazionale

Difficoltà: v4 a4 IV

Numero di calate: 3, max 16 m

Corde consigliate: una da 40 m

Vie d’uscita: nessuna

Materiali: Muta indispensabile

Cartografia: Carta Tabacco 1:25000 foglio n. 02 – Forni di Sopra e di Sotto – Ampezzo – Sauris.  Visualizza la cartina Coord. punto d’accesso al greto: 33t 0328517 5146531 Coord. punto d’abbandono del greto: 33t 0329722 5145619

Assapora l’avventura e prova il canyoning!

Al rientro, vi aspettiamo al RiglarHaus per conoscere le vostre esperienze e vedere le vostre foto.

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

X