I colori dell’autunno nei boschi della Carnia

8 ottobre 2015 0 Comments Natura e Identità 1190 Views
I colori dell’autunno nei boschi della Carnia

Quando pensiamo ai boschi dove le piante si colorano di rosso, giallo, marrone e arancione, chi ha viaggiato in NordAmerica vola con l’immaginazione ai boschi del New England. Quella terra ne ha fatto un elemento distintivo, e oggi anche chi non c’è stato conosce la meta e magari sogna un viaggio in quella destinazione per ammirare l’essenza dei colori autunnali…

Ma torniamo a noi e alla nostra bellissima terra tutta italiana, la Carnia.

Una terra dal sapore autentico, molto più vicina e discreta, che non ci meravigliamo abbia riscosso l’attenzione del National Geographic! La celebre rivista internazionale infatti ha scelto di dedicare un articolo alla Carnia e ai suoi magici colori d’autunno.

Riportiamo qui sotto un estratto dell’artivolo e t’invitiamo a ricordare quanto è bella e facile l’occasione di poter godere anche qui a Sauris un autunno spettacolare.

Mandi.

=========

I colori dell’autunno nei boschi della Carnia

Da: National Geographic Italia
(Foto e testi di Barbara Dall’Angelo)

La Carnia è un’area montana della regione nord-occidentale del Friuli Venezia Giulia attraversata dalle Alpi Carniche e dalle Dolomiti Friulane. Il territorio è rimasto intatto nella sua ricca natura caratterizzata da boschi e prati, ed è solcato da numerosi torrenti e fiumi nonché cosparso di specchi d’acqua e laghi montani che riflettono le tinte autunnali dei boschi. Il lago di Sauris, qui ritratto, è un lago artificiale originato dalla costruzione della diga sul fiume Lumiei ed è una vera perla di smeraldo incastonata tra le rocce. Per la particolare morfologia del territorio i corsi d’acqua sono ricchi di forre. Le ricchezze naturali della Carnia si estendono in un ambiente rimasto praticamente intatto grazie a una incidenza urbanistica limitata agli antichi borghi montani, nella provincia di Udine, e all’assenza di centri industriali. La vegetazione cambia aspetto secondo l’altitudine. Nelle zone collinari si apprezzano i boschi di rovere e castani, e le colture della zona submontana. Più in alto, il territorio è dominato da estese foreste di faggi, larici e abeti, mentre salendo sopra i 1500m l’incidenza arborea va digradando fino ai 1700m, dove lascia libero spazio a una vegetazione bassa di cespugli, rovi e pascoli.

I colori dell’autunno nei boschi della Carnia

Le faggete ricoprono una superficie importante nel tessuto forestale della Carnia. Qui ci troviamo nel bosco in Val di Preone. Le foglie sfocate in primo piano sono pennellate di colori autunnali che risaltano sulle tenui atmosfere nebbiose dello sfondo. Ho isolato questa porzione di foresta perché i colori pastello giallo e arancio avvolti dalla nebbia mi ricordano la delicatezza e l’atmosfera rarefatta di una stampa cinese. Poco più in quota, a Casarezzo, estesi boschi di larici offrono infinite opportunità fotografiche. In questo caso la texture del bosco e la tavolozza di colori ocra e verdi mi hanno ispirato questa doppia esposizione.

==========

In questa stagione RiglarHaus è felice di accogliere chi desidera ricongiungersi con la natura … è l’occasione di un ritorno all’essenza del piacere, dei sensi e dell’anima.

Scopri la magia di Sauris in autunno. E’ veramente spettacolare!

I colori dell’autunno nei boschi della Carnia

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

X