Der orsch van der Belin – Il sedere della Belin

18 dicembre 2017 0 Comments Eventi , Natura e Identità 837 Views
Der orsch van der Belin – Il sedere della Belin

Der orsch van der Belin – Il sedere della Belin

Personaggio mitico femminile, la Belin (nome che significa friulana, italiana, cioè di fuori) è una vecchia con un grande sedere sempre sporco che i bambini di Sauris dovevano baciare la prima volta che si recavano fuori dalla vallata. Nel corso della manifestazione, la gente di Sauris e non sono chiamati a ripetere scherzosamente questo leggendario pedaggio, baciando quel sedere grande e sporco come il fondo di una pentola annerita…

La Bèlin chiede un tributo molto particolare per garantire l’incolumità al viandante. Quale? Per scoprirlo bisognerà recarsi a Lateis. Dove? Sarà semplice capirlo. Un gruppo di befane indicherà con lanterne la strada fino al luogo, un fienile, una stalla, chissà… dove la Belin aspetta di riscuotere il suo omaggio. Posso raccontare che tutto attorno ci si riscalda con dolci e vin brulè, ma non posso spiegare di che tributo si tratta. Bisogna proprio andare a vedere con i propri occhi. Oggi per incontrarla non è più necessario arrampicarsi di notte in mezzo ai monti innevati e l’atmosfera è molto, molto festosa.

“Der Orsh Van der Belin – Il Sedere della Belin” è una suggestiva manifestazione ispirata al magico mondo delle superstizioni e della fantasia, in particolare legata in questo caso al personaggio della “Bélin”, una vecchia donna che costringeva i saurani a baciarle il sedere per poter oltrepassare il confine della località e uscire dal proprio paese. Oggi il rito viene riproposto in una chiave ironica, e a pagare il pegno il particolare pedaggio saranno i turisti, al fine di ottenere il diritto di passaggio e permanenza a Sauris. Il tutto allietato dal suono delle fisarmoniche.

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

X