Magia del Legno: festa dell’artigianato del legno di Sutrio

10 maggio 2013 0 Comments Natura e Identità 1658 Views
Magia del Legno: festa dell’artigianato del legno di Sutrio

Festa dell’artigianato del legno di Sutrio

Nei primi giorni di settembre, ogni anno, a Sutrio si svolge una festa dell’artigianato e prende il nome di Magia del Legno. Il piccolo comune della Carnia, si riempie di colori e di suoni e di banchi in cui gli artigiani del legno eseguono i loro lavori di intaglio, intarsio e scultura, costruiscono mobili, giocattoli, e altri oggetti di uso comune, sotto gli occhi dei visitatori. Le donne, invece, formano dei crocchi sotto ai portici e all’entrata dei cortili, e chiacchierano amabilmente in friulano carnico mentre cuciono e preparano ricami e pizzi di altissima qualità con le tecniche tradizionali, oppure i famosissimi scarpets, piccole scarpine di panno ricamate.

Il friulano carnico, una variante del friulano standard parlato abitualmente in Friuli Venezia Giulia, è la lingua ufficiale di Sutrio e lo si sente parlare abitualmente dalla gente che lavora tra le tavole di legno, creando una musica magica e spargendo quella speciale atmosfera che solo le lingue locali possono creare. Dagli angoli più caratteristici del Paese arriva alle orecchie dei visitatori anche la musica dei suonatori di fisarmonica, uno strumento che da solo riesce a dar vita ad una festa.

I cittadini di Sutrio si sono specializzati nella lavorazione artigianale del legno da secoli. Il comune è infatti il più antico insediamento della Carnia e la precisione e la cura dei particolari, oltre alle tecniche e ai disegni originali, testimoniano questo lungo retaggio nella falegnameria e ne fanno una attività che si trova a metà strada fra l’arte e l’artigianato.

Il legame fra arte e lavoro che permea la falegnameria di Sutrio ha fatto in modo che la Festa dell’artigianato del legno attiri anche scultori di fama internazionale, che si fanno vanto di esporre le loro opere e di metterle in vendita durante questa giornata di festa, di fianco ad orologi, sedie, tavoli e oggetti di legno dall’uso quotidiano.

Alla festa della Magia del Legno non mancano nemmeno i punti di ristoro in cui si possono gustare le delizie della cucina tradizionale della Carnia e i prodotti alimentari doc della Carnia che godono di una etichetta particolare che ne garantisce l’originalità.

Nel centro storico si trova il mercatino, in cui è possibile acquistare ogni tipo di prodotto artigianale di Sutrio e dei dintorni. Non mancano neppure i simposi internazionale di scultura del legno e le proposte di corsi per imparare ad intagliare il legno e per usare il pirografo, oppure corsi di ricamo o per imparare a confezionare i merletti e pizzi.

Dove alloggiare per gustarsi la festa dell’artigianato del legno di Sutrio

Se si decide di partecipare a questi corsi, che sono spesso organizzati in più giornate, il posto giusto per pernottare e godersi il tempo libero in attesa di partecipare alla festa della Magia del Legno, è l‘Albergo Ristorante Riglarhaus, che si trova nel comune di Sauris. Se in alcune delle ore della giornata sarete impegnati a imparare tutto quanto potete sulla lavorazione artigianale o a intessere rapporti commerciali con gli ottimi artigiani di Sutrio, Riglarhaus è il posto migliore in cui riposare la mente e rilassarsi nei momenti di libertà, restando comunque immersi nell’atmosfera e nella cultura della Carnia, in modo da non deconcentrarsi e da godere in pieno questo magnifico paese. L’albergo ristorante Riglarhaus si trova proprio sopra ai lago di Sauris e il suo nome, nell’antica forma di dialetto viennese che è parlato esclusivamente a Sauris, significa la casa vicino al ruscello.

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

X