Natura da vivere a Sauris

8 aprile 2016 0 Comments Natura e Identità 585 Views
Natura da vivere a Sauris

Qual è il comune più alto del Friuli Venezia Giulia?
E’ Sauris, già proprio qui – anche se noi del RiglarHaus siamo leggermente più in basso rispetto a Sauris di Sopra, nella frazione di Lateis, a 1212 metri di altitudine.

E sapete quanti sono gli abitanti di Sauris?

Oggi siamo in 429! Non siamo in tanti – anche perché dopo la creazione della strada del Lumiei molti hanno scelto di vivere più a valle. Crearsi una dimensione di vita a Sauris è una scelta che racchiude e richiede una prospettiva tutta sua. La vita qui, vuoi per il grande territorio alpino che ci circonda, vuoi per la necessità di impiegare il tempo libero nel compiere comunque lavori che assicurano sostenibilità, ci ha abituato a vivere in modo diverso rispetto a chi vive nelle città o nei paesi più a valle.

Natura da vivere a Sauris

La strada per raggiungerci non è lunga, ma chi la compie ha subito l’impressione di entrare in una dimensione diversa, dove non è più l’essere umano il protagonista della vita, bensì la natura. E questo ci piace! E piace a chi viene a Sauris. Perché qui la natura è ancora vera e non ti fa sconti. Ma il prezzo vale tutto per chi ama la propria terra.

Abbiamo saputo organizzarci – da secoli la nostra comunità è ben inserita in armonia in un ambiente naturale dove le scelte avvengono nel rispetto delle tradizioni.

Conoscete Frank Lloyd Wright?  Ci piace pensare che abbiamo molto in comune.  Vi raccontiamo perchè.

Natura da vivere a Sauris

Continuiamo ad insegnare ai nostri figli a non temere il tempo meteo, a camminare nella natura, a coltivare una lingua antica che conserva parole che hanno a che fare con una tradizione naturale, a conservare antiche pratiche e costumi di vita legati alla natura, a gustarsi il piacere delle cose semplici ed essenziali e – soprattutto – a trattare la natura con rispetto.

la casa sulla cascata

La Casa sulla Cascata di Frank L. Wright

Frank Lloyd Wright (1867-1956), vero genio dell’architettura, viene studiato come un mito oltre il quale l’essere umano non è riuscito ad esprimere una migliore capacità di creare opere architettoniche capaci di inserirsi nell’ambiente della natura senza stravolgerlo. Ed è vero: riusciva a creare opere incredibili senza andare ad alterare le energie che consentono alla natura di “autoregolarsi”. Ne è l’esempio più famoso la sua “casa sulla cascata” (v. foto) che rimane un esempio ineguagliabile, dove la casa consente all’acqua di continuare a fluire e al contempo di convivere sul flusso del fiume senza deturpare l’ambiente, anzi inserendosi in modio veramente armonioso.

Natura da vivere a Sauris

Lloyd era un genio, e forse fatichiamo oggi a trovare questo grado di “sensibilità” oggi. Ma quale era la sua formula segreta? Una sola: l’amore per la natura,  la sensibilità ed umiltà di non volersi sostituire. Qui a Sauris questo è stato il patrimonio culturale da 700 anni. Non abbiamo la sua genialità, ma coltiviamo con umiltà alcune saggezze.  Ci piace pensare che abbiamo molto in comune con Frank Lloyd Wright.

Antica famiglia saurana

Antica famiglia saurana

Non abbiamo voluto fare opere che andassero oltre le nostre capacità di vivere in armonia con la natura. Interventi che sconvolgono la vita della natura è facile se si pensa solo alle comodità dell’essere umano, ma non dobbiamo meravigliarci se poi si altera il rapporto naturale di chi vive, non solo umani, ma anche specie animali e vegetali che ne assicurano la sostenibilità e il ciclo biologico naturale.

Si, oggi possiamo fare di meglio. Possiamo aiutare chi viene a Sauris a recuperare e reinserirsi in questa dimensione armoniosa con la natura, riconoscendo la sua capacità di insegnare a “rigenerare” bellezza. Recuperare l’armonia è del resto l’effetto del sentirsi parte del mondo che ci circonda senza l’obbligo di “fare” o “dire”. Vivere il silenzio per ammirare la bellezza che ci circonda è una saggezza antica che si conserva dove la tradizione non si perde.

Ed è anche per questo che siamo fieri di essere “saurani”.

Perchè c’è ancora natura da vivere a Sauris!

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

X